Contributi a fondo perduto per le imprese che risiedono nei centri storici

contributi denaro

Nuovi contributi a fondo perduto per le imprese che operano nel turismo, nel commercio e nella cultura e che si trovano nei centri storici.

Dalle ore 9.00 di lunedì 17/1/2022 e fino alle ore 17.00 del 4/2/2022 imprese turistiche, del commercio e della cultura localizzate nei centri storici potranno presentare richiesta di contributi a fondo perduto (2.500 euro a beneficiario) stanziati dalla Regione Toscana.

In particolare, sono abilitate alla richiesta quelle operanti nei settori economici individuati dalla DGR 643/2014 classificati ”Turismo, commercio e cultura” e aventi la sede principale o almeno un’unità locale attiva in:

Centri storici dei comuni toscani, ovvero le zone territoriali omogenee individuate dalla lettera “A” dell’art. 2, comma 1, del decreto interministeriale 2 aprile 1968 n. 1444 e zone equipollenti individuate dagli strumenti urbanistici comunali, alla data di emanazione del Bando;

Comuni termali, ovvero i comuni per i quali è stata rilasciata la concessione ai sensi degli art. 174-15 e 26 della L.R. 38/2004, il cui elenco, tenuto dalla Regione Toscana ai sensi dell’art.6 comma.1 lett.a) della medesima legge (per la provincia di Grosseto: Grosseto, Manciano, Pitigliano e Sorano)

Comuni che, nel periodo dal 21/03/2021 al 17/04/2021, con apposita ordinanza, sono stati classificati “zona rossa” (per la provincia di Grosseto: Scarlino).

ESCLUSIONI

Sono escluse le imprese che hanno già partecipato ai bandi di ristoro della Regione Toscana, emanati o di prossima emanazione, rivolti a:

Imprese turistiche localizzate nei comprensori sciistici;

Imprese esercenti trasporto turistico di persone mediante autobus coperti;

Imprese operanti nel settore delle discoteche;

Imprese operanti nel settore dei matrimoni e degli eventi privati;

Imprese che gestiscono parchi tematici, acquari, parchi geologici e giardini zoologici;

Imprese esercenti attività di gestione di stabilimenti termali;

Imprese esercenti attività di supporto per allestimento fiere, convegni, eventi.

REQUISITI

L’ammontare del fatturato e dei corrispettivi dal 1 gennaio 2020 al 31 dicembre deve essere inferiore di almeno il 30% rispetto all’ammontare del fatturato e dei corrispettivi realizzati nel periodo dal 1 gennaio 2019 al 31 dicembre 2019. Per le imprese/professionisti che hanno avviato l’attività nel corso del 2019 la verifica della riduzionedi fatturato/corrispettivi si effettua confrontando i mesi di operatività nel suddetto periodo con gli stessi mesi del 2020. Per le imprese/professionisti che, invece, hanno avviato l’attività nel 2020, non è richiesto il requisito della riduzione del fatturato/corrispettivi ed il contributo riconosciuto sarà pari ad Euro 1.000,00.

DURC regolare.