Occupazioni del suolo pubblico: proroga della scadenza

mercato-festa-degli-ambulanti-185213

GROSSETO –  E’ il 31 dicembre 2022 (e non più il 30 settembre) la data ultima di riferimento per le occupazioni di suolo pubblico da parte delle attività commerciali. Il Decreto legge Aiuti ter (articolo 40) ha infatti disposto che

  • tutte le autorizzazioni straordinarie già concesse durante l’emergenza epidemiologica restano valide fino al 31 dicembre 2022, a condizione che l’interessato abbia pagato il canone unico
  • le nuove richieste di autorizzazione potranno essere presentate ancora in forma semplificata fino al 31 dicembre 2022 da parte dei pubblici esercizi, ovvero gli esercizi di ristorazione, per la somministrazione di pasti e di bevande (ristoranti, trattorie, tavole calde, pizzerie, birrerie ed esercizi similari); nonché  di latte, di dolciumi, compresi i generi di pasticceria e gelateria, e di prodotti di gastronomia (bar, caffè, gelaterie, pasticcerie ed esercizi similari); gli esercizi in cui la somministrazione di alimenti e di bevande viene effettuata congiuntamente ad attività di trattenimento e svago, in sale da ballo, sale da gioco, locali notturni, stabilimenti balneari ed esercizi similari; secondo la definizione dell’articolo 5 della legge 25 agosto 1991, n. 287.

La proroga disposta dal DL Aiuti ter fa seguito a quella disposta (dal 30 giugno al 30 settembre) dalla legge di conversione del DL 21/2022. Essendo fonte primaria rispetto ai Regolamenti comunali, questa nuova legge prevale sulle disposizioni di segno diverso eventualmente emanate dalle singole amministrazioni locali.